Pupurry

Il libro

Chi sono

Le fake? Non si salva nessuno neppure la margherita o la cotoletta alla milanese

La pizza margherita? Inventata in occasione di una storica visita della Regina Margherita a Napoli (nel 1889), aggiungendo alla pizza comune la mozzarella e il basilico. La cotoletta? A Vienna l’hanno copiata da Milano ai tempi di Radetzky che ne era golosissimo. Il pane di Altamura? Lo conosceva e lo apprezzava già Orazio, che nelle Satire ne…

Grasso

Tipi da ristorante: il saccente. Meglio l’ignoranza di una cultura mediocre.

Seconda puntata della mia breve tassonomia dei tipi da ristorante: il saccente. La prima la trovate qui. In Italia siamo  tutti esperti costituzionalisti in periodo di elezioni o referendum, allenatori durante i Mondiali di calcio. Esperti enogastronomici tutto l’anno. Il sedicente esperto si affaccia in sala con l’aria un po’ schifata. Anche se trovasse perfetto…

Breve tassonomia dei tipi da ristorante: l’ansiosa

Da un po’ di tempo pensavo di scrivere del tema.  A convincermi è stato un articolo pubblicato sul The Guardian . Nonostante la maleducazione sia diventata la cifra delle interazioni sociali in qualunque contesto, un ristorante rimane un microcosmo a sé stante dove, complice una certa rilassatezza, si tende a sfogare le proprie repressioni, manifestare le…

Alla fine uno dei 6 personaggi ha trovato un autore. Lo “strano” caso di Pepe Carvalho

Ricordate i Sei personaggi in cerca d’autore? L’idea che i protagonisti di un racconto abbiano un’esistenza propria, indipendente da chi li ha inventati. A questo ho pensato quando ho letto che l’ispettore Pepe Carvalho avrà nuova vita, nonostante il suo autore, Manuel Vazquez Montalban sia morto da tempo. L’impresa – “inedita” – spetterà ad un…

Di cretini è pieno il mondo. La libertà dell’invenzione narrativa

I cretini. Cretini si nasce o si diventa? È una condizione passeggera o esistenziale? Si può scrivere di un simile argomento senza cadere nella facile trappola che quelli “sbagliati” sono sempre gli altri? Sono domande che mi sono posto nel momento in cui è nata l’idea di questo post. Poi ho deciso: la risposta è,…

Quando volevo lavorare da Starbucks. Le aziende non amano i “non-conformi”

Amo Starbucks. Per me è stato per molto tempo sinonimo di libertà: quella di sedermi a un tavolo, ordinare un caffè da 5 dollari, navigare gratuitamente sul web, tutto senza sentirmi pressato a lasciare il posto ad un nuovo cliente. In uno Starbucks ho controllato la posta, prenotato aerei per le vacanze e scritto diverse pagine…

Anche i Geni a volte lavorano per una manciata di fagioli (Sorana)

Attendo tutto l’anno il numero speciale del New Yorker Travel and Food Issue. Non delude mai. Quest’anno il reportage su Steve Sando mi ha letteralmente rapito. Steve trascorre gran parte dell’anno viaggiando nelle regioni più remote del Messico alla ricerca di nuove varietà di fagioli. Se gli piacciono e se riesce a riprodurle nei propri terreni…

Il piatto che a Orson Welles fece venire le allucinazioni

Sono nato ad Ancona. Nonostante ci abbia vissuto molto poco alcuni legami “deboli” con la mia città non sono mai venuti meno. Quando la nostalgia si faceva sentire più forte la curavamo con i sapori.  Gli spaghetti al sugo coi “moscioli”, i cremini, le olive ascolane… Ma la gola non sente ragioni e su tutti…

Presentazione libro 7 maggio, Ancona

Il prossimo 7 maggio nuova tappa del tour di presentazione del mio libro, La Sottomissione. Ancona. Per me si tratta di una presentazione speciale per almeno due motivi: Ancona è la città dove sono nato e dove ancora vive la mia famiglia. Ma soprattutto a conversare con me ci sarà Antonio Luccarini, mio ex professore di filosofia…